Lunedì, 23 Ottobre 2017 CercaCerca  
Bollettino Colture Erbacee n. 236 del 4 luglio 2014

nuovo_bollettino

 

MAIS

La Difesa integrata, obbligatoria dal 1 gennaio 2014, prevede che i trattamenti siano effettuati solo dopo valutazione della loro necessità e nel caso questa sia stata effettivamente accertata, dopo aver valutato la disponibilità di alternative agronomiche, meccaniche o biologiche al trattamento chimico. Non è possibile decidere l’esecuzione di trattamenti senza un’attenta valutazione e verifica.

DIABROTICA

Nelle zone in cui il mais non è in monosuccessione NON sono necessari in ogni caso trattamenti contro gli adulti. In tali areali, le catture delle trappole cromotropiche vanno da zero a pochi esemplari adulti per settimana. Per mais in monosuccessione, ove nella corrente stagione si sono registrati danni o popolazioni sopra la soglia evidenziate dalle trappole (link monitoraggi), si dovrebbe prevedere l’interruzione del mais per un anno, mentre NON presentano alcun vantaggio i trattamenti chimici contro gli adulti.

PIRALIDE

Si confermano al momento le previsioni del bollettino del 1 luglio. Nei rilievi effettuati ad oggi su diecine di migliaia di piante dei diversi areali NON sono state rinvenuti né crisalidi vuote né adulti (catture trappole luminose zero in tutte le stazioni di rilevamento) né ovature di seconda generazione. Nessun trattamento è al momento giustificato.

Trattamenti effettuati presto “a prescindere” avranno in ogni caso un effetto incompleto (tanto più quanto più è anticipato l’intervento) al momento dell’effettiva presenza del fitofago.   Oltre a essere contro i principi della Difesa Integrata obbligatoria, in quanto non consentono di valutare l’effettivo livello della popolazione fitofago e quindi la convenienza o meno del trattamento, pongono rischi di pullulazioni di acari e afidi, di impatto sulla salute degli operatori e ambientale nonché di costi aggiuntivi con riduzione del reddito netto.

 

 

Per richieste di chiarimento e ricevere i messaggi di allerta sul cellulare, chiama il numero 0498293847 o scrivi a bollettino.erbacee@venetoagricoltura.org. Ulteriori informazioni sul sito di Veneto Agricoltura, alla pagina dedicata al Bollettino colture erbacee.

 

111aa