Sabato, 25 Novembre 2017 CercaCerca  
05.11.2014 Vendemmia 2014 avara anche per i prezzi

La difficile vendemmia 2014, caratterizzata da un andamento climatico estivo particolarmente umido e piovoso che ha creato non pochi problemi alla gestione dei vigneti, è risultata deludente non solo dal punto di vista produttivo (Veneto Agricoltura e Assoenologi stimano un calo del 10-15%), ma anche dal punto di vista commerciale.

L’analisi realizzata da Veneto Agricoltura sulle quotazioni delle uve presso le Camere di Commercio di Verona, Padova e Treviso mette in evidenzia un andamento generalmente stazionario o al ribasso, in cui solamente alcune varietà hanno potuto beneficiare di un significativo incremento di prezzo. La media calcolata per tutte le tipologie di uva quotate presso le Borse merci considerate risulta in calo del 6% rispetto al 2013, che già si presentava cedente dopo 3 anni consecutivi di incrementi.

prezzi medi uve 2009-2014

Fonte: elaborazione Veneto Agricoltura su dati Borse merci delle Camere di Commercio di Verona, Treviso e Padova

 

Il calo più evidente lo si osserva a Treviso (-8% in media) dove quasi tutte le tipologie di uva presentano quotazioni al ribasso rispetto all’anno precedente. Tra queste spiccano le flessioni intorno al 30% di Pinot grigio (sia DOC che IGT), Verduzzo IGT, Tocai IGT e Pinot nero IGT. Va invece sottolineato l’andamento positivo di alcune tipologie di Glera, vitigno dalle cui uve si ottiene il principale prodotto enologico del territorio, ossia il Prosecco. Le uve di Glera atte a DOCG (Prosecco di Conegliano-Valdobbiadene e Cartizze) registrano un aumento di prezzo rispettivamente del 2% e del 10%, mentre la Glera IGT beneficia di un incremento del 10%. In calo invece la Glera atta a Prosecco DOC (-8%) e la Glera da supero IGT (-15%).

A Verona la flessione dei prezzi delle uve è calcolata mediamente pari al 6% e ha riguardato le uve per vini da tavola, IGT e della DOC Valdadige. Anche a Verona i ribassi più rilevanti sono stati registrati per il Pinot grigio, sia DOC (-27%) che IGT (-30%), mentre sono risultate sostanzialmente stabili le quotazioni delle DOC Bardolino, Valpolicella, Custoza e Soave. In leggero aumento i prezzi delle uve di Recioto e Amarone (+5%).

Le quotazioni alla Borsa merci di Padova, mediamente inferiori di circa il 30% a quelle di Verona e Treviso, indicano un decremento medio del 4% rispetto all’anno precedente, con andamenti piuttosto diversi in base alla tipologia. Anche in questo caso il ribasso più rilevante riguarda il Pinot grigio (-26%), mentre tra le uve IGT risultano al rialzo Glera (+13%) e Rabosa (+14%). Aumenti significativi, intorno al 20%, si osservano per le uve atte alla produzione dei rossi DOC Colli Euganei, mentre quelle utilizzate per la produzione dei bianchi DOC Colli Euganei e del Fior d’Arancio DOCG registrano una variazione moderatamente negativa, tra il 5 e il 10%.

Scarica le tabelle con i prezzi delle uve 2014