Domenica, 22 Ottobre 2017 CercaCerca  
14.11.2014 Ambiente, GuardEn: prevenzione da inquinamento delle acque e del suolo e ripristino territori danneggiati

Ben otto nazioni coinvolte nel progetto UE GuardEn - Guardiani dell’Ambiente: martedì 18 Novembre (ore 9,00), c/o Corte Benedettina di Legnaro (PD), Conferenza Territoriale per il Veneto: un approccio integrato di strategie

Lo Standard GuardEn, un insieme di buone pratiche e comportamenti virtuosi a favore dell’ambiente, proposti agli agricoltori e alle aziende agroalimentari del Veneto: ecco il cuore del progetto Europeo GuardEn.

Martedì 18 novembre 2014 presso la Corte Benedettina di Veneto Agricoltura a Legnaro (PD) avrà luogo alle ore 9,00 la Conferenza Territoriale veneta finale del progetto europeo GuardEn, organizzata da Veneto Agricoltura, ARPAV e Irecoop Veneto, partner veneti del progetto. Nell’occasione verranno descritte le sfide e gli obiettivi affrontati, e le proposte a livello locale. In particolare verrà analizzata la buona pratica “Protezione del suolo dagli insetticidi”.

Si avvia infatti la fase conclusiva del progetto GuardEn che ha visto impegnate per più di due anni strutture pubbliche e private di Italia, Bulgaria, Grecia, Ungheria, Romania, Slovenia, Croazia, Serbia sul tema della prevenzione e della gestione dell’inquinamento di suolo e acque per mezzo dell’adesione volontaria a protocolli di lavoro che a parità di risultati tecnici consentano un minor impatto sull’ambiente.

Nell’area veneta, a vocazione prevalentemente agricola, gli attori del settore primario e agroalimentare possono giocare un ruolo importante in questo senso. Condifesa di Veneto e Friuli con il supporto di Veneto Agricoltura ha ideato e testato un innovativo sistema di fondi mutualistici quale strumento per facilitare l’adozione delle buone pratiche in agricoltura attraverso la copertura del rischio connesso con la loro applicazione. L’utilizzo dei fondi mutualistici in agricoltura rappresenta un esempio unico in tutta Europa, mai sperimentato prima.

Francesco Vettore della Direzione Competitività Sistemi Agroalimentari della Regione del Veneto spiegherà il ruolo dei fondi mutualistici nella nuova programmazione comunitaria 2014-2020.

Nel primo pomeriggio poi, un Focus Group esaminerà i risultati dell’applicazione delle buone pratiche nell’anno 2014 e le proposte per il 2015.

 

Ufficio Stampa