Martedì, 24 Ottobre 2017 CercaCerca  
Bollettino Colture Erbacee n. 2/2015 del 05 gennaio

nuovo_bollettino

 


LA DIFESA INTEGRATA A PUNTATE
PRINCIPI E APPLICAZIONI PRATICHE PER LE COLTURE ERBACEE (2)

I PRINCIPI DELLA DIFESA INTEGRATA


2)    Una volta valutato il livello delle popolazioni dei parassiti potenzialmente in grado di provocare danno apprezzabile alle colture le colture possono essere trattate solo se, dove e quando si è accertato il superamento di “soglie di danno“; queste possono essere divise in prima istanza in: a) soglie di ”indifferenza”: al di sotto del loro livello non vi è riduzione di produzione in quantità/valore; b) soglie di danno economico, ovvero il livello del parassita al di sopra del quale vi è una riduzione di produzione in quantità/valore superiore al costo del trattamento di controllo efficace; pertanto:

•    se il livello del parassita è inferiore alla soglia economica, e a maggior ragione di indifferenza, non si devono effettuare trattamenti;
•    se il livello del parassita è superiore alla soglia, deve essere fatta una valutazione delle soluzioni disponibili per il controllo del parassita secondo una precisa scala di priorità; la prima valutazione da fare è: ci sono soluzioni agronomiche valide per controllare il parassita sostitutive dei trattamenti? La prima soluzione agronomica da considerare è l’avvicendamento colturale (rotazione): un appropriato avvicendamento colturale può controllare efficacemente il parassita considerato?


 

 

 

 

 

 

      

sdfjhsdj