Venerdì, 20 Ottobre 2017 CercaCerca  
Bollettino Colture Erbacee n. 4/2015 del 13 gennaio
nuovo_bollettino


LA DIFESA INTEGRATA A PUNTATE
PRINCIPI E APPLICAZIONI PRATICHE PER LE COLTURE ERBACEE (4)

I PRINCIPI DELLA DIFESA INTEGRATA

4) Una volta valutato il livello delle popolazioni dei parassiti potenzialmente in grado di provocare danno apprezzabile alle colture ed escluse dai trattamenti le aree ove livello degli organismi nocivi è inferiore alla soglia di danno, qualora non siano disponibili soluzioni agronomiche valide e non siano disponibili neppure efficaci metodi biologici, né mezzi fisici, né altri metodi non chimici, i fitofarmaci da utilizzare devono essere quelli per quanto più possibile selettivi rispetto agli organismi da combattere e che abbiano effetti minimi sulla salute umana, gli organismi non bersaglio e l’ambiente. Essi inoltre dovranno essere utilizzati secondo modalità che riducano il rischio dell’instaurarsi di resistenze.

Il ricorso a fitofarmaci di sintesi è l’ultima opzione dopo la valutazione di tutte le opzioni “non” chimiche. Viene evidenziato come la scelta dei fitofarmaci debba considerare le loro caratteristiche per tutti gli aspetti e in particolare per quanto concerne effetti sulla salute umana, sull’ambiente e sugli organismi utili, fondamentali anche per mantenere adeguati equilibri nelle colture. Gli effetti collaterali dei fitofarmaci (dall’eventuale induzione di fitofagi secondari con potenziali effetti depressivi della produzione e/o incremento di costi per trattamenti aggiuntivi, alle interferenze sugli organismi che offrono servizi ecosistemici – come i pronubi), per quanto spesso di difficile quantificazione, rappresentano un costo aggiuntivo che alza il livello della soglia di danno economico. In ogni caso l’uso deve seguire modalità tali da ridurre il rischio di resistenze basandosi su quanto eventualmente riportato in etichetta (da leggere e seguire sempre con estrema attenzione, anche in quanto documento di riferimento per tutti gli aspetti amministrativi/legali) e sui principi generali e specifici (si veda ad es. il sito GIRE).


Per richieste di chiarimento e ricevere i messaggi di allerta sul cellulare, chiama il numero 0498293847 o scrivi a bollettino.erbacee@venetoagricoltura.org. Ulteriori informazioni sul sito di Veneto Agricoltura, alla pagina dedicata al Bollettino colture erbacee.

 


 

 

 

 

sdfjhsdj