Domenica, 22 Ottobre 2017 CercaCerca  
12.06.2015 Vigneto veneto, analisi dei dati

Con il focus di mercoledì 17 giugno (ore 10) a Conegliano prende il via il Trittico Vitivinicolo di Veneto Agricoltura. Tutti i dati sullo stato vegetativo e fitosanitario del vigneto veneto.

L’annata viticola 2015, pur con alcuni andamenti climatici fuori norma (sbalzi termici ad aprile e maggio, ondata di calore nella prima parte di giugno), per il momento sta progredendo bene, accompagnando con regolarità lo sviluppo della pianta.

Dunque, una condizione complessivamente favorevole per la vite che ha germogliato nella media stagionale. Anche la fioritura è stata in linea con la media del periodo, avvenuta tra l’ultima decade di maggio e la prima di giugno a seconda della cultivar.

Sulla base di queste prime indicazioni, è possibile ipotizzare, per le cultivar precoci, un avvio di vendemmia nella norma, ovvero a cavallo di agosto e settembre. Come per le passate stagioni, le aree che registrano un maggior anticipo fenologico sono quelle centro/orientali della nostra regione.

Cominciano ad arrivare alla spicciolata i dati relativi il vigneto veneto che, come ogni anno in questo periodo, Veneto Agricoltura, con Regione, CRA-VIT e Università di Padova, presenterà il 17 giugno (ore 10) nel tradizionale focus di inizio estate a Conegliano-TV.

Prende così il via il Trittico Vitivinicolo 2015, che proseguirà ad agosto con il focus sulle previsioni vendemmiali e a dicembre con il consuntivo dell’annata vitivinicola.

In questo primo incontro di Conegliano sarà fatto il punto sullo stato vegetativo e fitosanitario del vigneto veneto alla vigilia dell’estate, analizzata l’incidenza dei cambiamenti climatici sulla vite e fornite - proprio sulla base dei dati che i promotori dell’evento stanno raccogliendo in tempo reale sul territorio – le primissime indicazioni di produzione.

Ufficio Stampa