Martedì, 17 Ottobre 2017 CercaCerca  
10.07.2015 Ortofrutta, unire le forze per affrontare i mercati

Con una risoluzione non legislativa, ieri a Strasburgo in seduta Plenaria, l’europarlamentare Nuna Melo ha chiesto alla Commissione europea di rafforzare il sostegno nei confronti dei produttori di frutta e verdura e delle organizzazioni di produttori affinché possano unire le loro forze per stroncare le pratiche sleali e abusive nella catena alimentare. La pressione esercitata sui produttori dalle grandi catene di distribuzione rappresenta, infatti, uno dei principali ostacoli per i coltivatori che si vedono ridurre sempre più i loro margini di reddito. Organizzazioni di produttori e cooperative più strutturate consentirebbero alle imprese agricole di operare sui mercati con una maggior garanzia, migliorando il loro posizionamento sul mercato e spuntando prezzi più alti. Per questo i produttori devono essere incoraggiati a unire forze e interessi, al fine di migliorare il loro posizionamento nella catena alimentare. A tal fine, occorrono regole meno complessa, un taglio alla burocrazia e un più chiaro quadro giuridico in materia di controlli e sanzioni nell'ambito della nuova PAC, senza con questo toccare le decisioni politiche della nuova riforma prima del 2020. Andrebbero, inoltre, promosse con più vigore azioni di formazione e scambio di buone pratiche negli Stati Membri in cui l’attuale livello risulta essere basso. Occorrono incentivi per promuovere le fusioni di organizzazioni di produttori, anche a livello transnazionale, nonché norme di commercializzazione chiare, capaci di svolgere un importante ruolo nel garantire la qualità dei prodotti e la trasparenza dei mercati, per la tutela sia dei consumatori che dei produttori. Per saperne di più:

http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?pubRef=-//EP//TEXT+REPORT+A8-2015-0170+0+DOC+XML+V0//IT