Lunedì, 26 Giugno 2017 CercaCerca  
10.07.2015 Le misure d’intervento richieste

Tra le misure chiave proposte da Copa-Cogeca vi è quella riguardante la possibilità di permettere agli Stati Membri di anticipare i pagamenti diretti versati ai produttori prima del 1° dicembre e di garantire che il superprelievo 2014/2015 ritorni nel settore lattiero-caseario, in primis per aiutare i suoi produttori che stanno affrontando i problemi di liquidità. Si calcola che saranno circa 700 i milioni di euro che usciranno dal settore lattiero-caseario in questo periodo. Fondi che invece dovrebbero tornare al settore sottoforma sia di investimenti che di pagamenti per le zone svantaggiate, per la promozione interna ed esterna o per i regimi di qualità. Anche le reti di sicurezza possono fornire una solida base per prevenire l'uscita dal settore dei produttori di latte, che nella maggior parte dei casi – come accennato - ricevono attualmente un prezzo per il loro latte ben al di sotto dei costi di produzione e del livello della rete di sicurezza. Da qui, l’appello affinché il livello dei prezzi dell'intervento pubblico siano valutati per fornire una base adeguata al mercato. Senza queste misure, sostiene Copa-Cogeca, vi sarà un impatto negativo nelle zone rurali dell'UE che è l'ultima cosa di cui abbiamo bisogno in questa difficile situazione economica.