Mercoledì, 18 Ottobre 2017 CercaCerca  
Bollettino Colture Erbacee n. 71/2015 del 30 luglio

nuovo_bollettino

 


AGGIORNAMENTO RAGNETTO ROSSO

Con riferimento alle indicazioni fornite con i bollettini 67 e 69 si raccomanda di osservare le colture dopo qualche giorno da eventuali piogge o interventi di irrigazione per aspersione o dall’accertamento di buone presenze di predatori, poiché si possono riscontrare repentini abbassamenti dei livelli di popolazione tali da evitare trattamenti. Nel caso di persistenza di elevate popolazioni di ragnetto rosso e decisione di procedere all’intervento acaricida,  vanno osservate attentamente le indicazioni di etichetta sulle possibilità e modalità di impiego.

AGGIORNAMENTO PIRALIDE

È in pieno corso lo sviluppo della seconda generazione; sono ancora presenti ovature per il volo prolungato (come usualmente) e prevalgono gli stadi larvali (terza – quarta età; quarta e quinta nelle zone con maggior sommatoria termica come la provincia di Rovigo e il sud della provincia di Padova). La fase di elevata suscettibilità agli attacchi di piralide è stata ormai superata per gli ibridi di mais a semina anticipata o ordinaria; in base alle sperimentazioni la probabilità che interventi insetticidi per controllare la seconda generazione possano apportare significativi benefici andrà apprezzabilmente diminuendo di giorno in giorno. Come negli anni precedenti le indicazioni del bollettino sono in valutazione in prove a parcelloni (strip) e parcellari nelle aziende pilota e dimostrative di Veneto Agricoltura (epoca ottimale indicata dal bollettino a confronto con epoche diverse; trattamenti diversi in epoca ottimale a confronto); è possibile visitare le prove per tutta la stagione scrivendo a bollettino.erbacee@venetoagricoltura.orgLink per scaricare il libretto con le prove.

Per i mais in fase più suscettibile, come verosimilmente quelli a semina tardiva o in secondo raccolto, vi sarà un rischio significativo di danno, nelle zone con elevata pressione di piralide, quando alle ovideposizioni della fase finale della seconda generazione si sovrapporranno quelle della terza generazione che, solitamente, è anche quella più consistente. Si daranno man mano informazioni per poter programmare, in tempo utile, osservazioni in campo ed eventuali interventi.

Si ricorda che in ogni caso i trattamenti insetticidi NON vanno effettuati in periodo di fioritura.

La situazione generale si può osservare dai grafici e mappe relativi al territorio regionale.

Indicazioni comune per comune si possono avere al link…

Per richieste di chiarimento e ricevere i messaggi di allerta sul cellulare, chiama il numero 0498293847 o scrivi a bollettino.erbacee@venetoagricoltura.org. Ulteriori informazioni sul sito di Veneto Agricoltura, alla pagina dedicata al Bollettino colture erbacee.

 


sdfjhsdj