Venerdì, 24 Novembre 2017 CercaCerca  
28.08.2015 Prezzo del latte liquidato dalle cooperative venete in calo nel 2014. Nel 2015 andrà peggio!?

Dopo un buon 2013, è possibile stimare che il prezzo del latte crudo alla stalla liquidato dalle cooperative venete nel 2014 si possa attestare sui 44-45 euro/100 litri (al netto di IVA e qualità), quindi più alto della media nazionale (stimata da Ismea) ma in leggera flessione rispetto al 2013.

Come ogni anno, Veneto Agricoltura ha aggiornato l’indagine sui bilanci delle cooperative venete, analizzando i dati dei bilanci relativi al 2014, seppur ancora parziali, e le indicazioni fornite dagli operatori del settore lattiero-caseario per offrire una evidenziare la dinamica del prezzo del latte nel Veneto. I dati provengono dai bilanci aziendali delle cooperative disponibili presso la banca dati Telemaco delle Camere di Commercio consultabile on-line e sono relativi agli anni che vanno dal 2003 al 2013.

Il 2014 è stato un anno che ha vissuto un andamento contrastante, infatti nei primi sei mesi le quotazioni sono salite in tutti i mercati comunitari, con punte in Italia di 48/49 euro/hl. Forte contributo a questa dinamica è stata la fuoriuscita del latte tedesco e francese verso la Cina, che aveva bloccato le importazioni dalla Nuova Zelanda per motivi sanitari. Nella seconda metà dello scorso anno invece l’embargo russo e comunque una diminuzione dell’export del latte verso i mercati orientali hanno provocato una abbondanza di disponibilità rispetto ai consumi interni europei inducendo il calo dei prezzi.

Le cooperative che operano come primi acquirenti nel comparto lattiero caseario veneto sono 55: rappresentano circa il 50% dei primi acquirenti e raccolgono all’incirca il 60% del latte prodotto in Veneto. Il campione su cui si è operato rappresenta, per quanto riguarda la numerosità, circa l’85% delle cooperative venete inserite nell’elenco dei primi acquirenti e, in termini di latte raccolto dai soci, circa il 49% del latte prodotto in Veneto.

La tabella evidenzia l’aumento del prezzo medio ponderato del latte (+4,7% ) nel 2013 (ultimo dato definitivo), al quale corrisponde un aumento quasi speculare (+3,3%) del prezzo medio.

Nel primo semestre del 2015 il prezzo del latte si sta mantenendo sugli stessi livelli del secondo semestre del 2014. Il mercato interno infatti, influenzato dalle dinamiche della domanda cinese di latte e burro, dall’embargo russo e dalla lentissima ripresa dei consumi da parte delle famiglie, non è favorevole ad una ripresa dei prezzi, che per ora continuano ad attestarsi sui 35-36 euro/100 litri.

Nel report vengono inoltre presentate ulteriori analisi con un maggior dettaglio dei dati per provincia, altitudine e classe di conferimento degli allevamenti, oltre che un confronto con i principali paesi produttori di latte a livello europeo.

Per consultare e scaricare il report completo clicca qui.

 

Tabella andamento prezzo medio latte liquidato da cooperative venete