Sabato, 25 Novembre 2017 CercaCerca  
23.10.2015 L’altra energia, con Alterenergy si “accende la luce” per le piccole comunità

Venerdì 30 ottobre ore 9,00 a Veneto Agricoltura (ore 9,00, Corte Benedettina, Legnaro Pd) atto finale del progetto UE, con i partners delle regioni dell’Adriatico italiane e di Albania, Bosnia Herzegovina, Croazia, Grecia, Montenegro, Serbia, Slovenia e Polverara (Pd) comune “pilota” per l’efficientamento energetico.

Il Convegno finale di Alterenergy, progetto europeo strategico finanziato nell’ambito del Programma Transfrontaliero IPA Adriatico con durata quadriennale 2011-2013 (prorogato al 2015), di cui Veneto Agricoltura è partner, divulgherà Venerdì 30 ottobre p.v., i numerosi risultati conseguiti.

Particolare attenzione, durante l’incontro (ore 9,00, c/o Corte Benedettina di Veneto Agricoltura, Legnaro, PD) sarà posta nella PRIMA SESSIONE, dopo la presentazione generale dell’attività, sull’esperienza sviluppata a Polverara (Pd), comune “pilota” per le analoghe piccole comunità locali venete: stage con le scuole e performance teatrale finale, incontri formativi col territorio sull’efficientamento energetico, studio per ottimizzazione della centrale a biomassa, piano energetico comunale, ottimizzazione del bilancio energetico del territorio, ecc.

La SECONDA SESSIONE: “OLTRE IL PROGETTO, NUOVE ENERGIE”, prevede anche una Tavola Rotonda, con la partecipazione di alcune regioni partner, ed analizzerà “Idee, nuovi progetti, collaborazioni per l’energia sostenibile nelle comunità locali”.

Vediamo quali erano gli obiettivi del Progetto Alterenergy:

Generale: lapromozione della sostenibilità energetica, mediante un uso progressivamente più ampio delle fonti di energia rinnovabile e la diffusione di interventi di efficienza e di risparmio energetico.

Specifico: promuovere losviluppo di modelli replicabili di gestione sostenibile delle risorse energetiche nelle piccole comunità adriatiche(al di sotto dei 10.000 abitanti).

Alterenergy ha coinvolto un partenariato di 18 organizzazioni, composto da Regioni, Ministeri ed Agenzie governative per l’energia appartenenti a tutti i Paesi dell’area adriatica: Italia (Puglia, Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Molise, Veneto-Veneto Agricoltura), Albania, Bosnia Herzegovina, Croazia, Grecia, Montenegro, Serbia e Slovenia.