Domenica, 22 Ottobre 2017 CercaCerca  
25.02.2016 Catastrofica la situazione dei mercati agricoli europei

L’Organizzazione agricola UE Copa-Cogeca ha presentato al Commissario all'Agricoltura,Phil Hogan, una lista di misure volte a raddrizzare una situazione che si è fatta molto preoccupante.

I prezzi al produttore sono a livelli bassissimi, in particolare nel settore lattiero-caseario, della carne bovina, delle carni suine, degli ortofrutticoli e dei cereali. Come non bastasse, sembra non trovare soluzione la crisi russa che ha determinato la perdita di uno tra i principali mercati di esportazione dell’UE, quantificato in oltre 5 miliardi di euro. I prezzi dei fattori di produzione, inoltre, continuano ad essere elevati, in particolare i costi dei fertilizzanti. Dunque, un quadro complessivo poco confortante sul quale la PAC poco riesce a incidere in quanto non dispone di strumenti adeguati per affrontare la difficile situazione che si è venuta a creare. Per questo si rendono necessarie delle politiche comuni forti, capaci di fornire soluzioni immediate a questi problemi che colpiscono l'UE.

Si può riassumere così la nota che Copa-Cogeca ha sottoposto al Commissario europeo all’Agricoltura, Phil Hogan, comprendente una serie di priorità. Tra queste, al primo posto, vi é la riapertura del mercato russo, in quanto “gli agricoltori europei non devono pagare il prezzo della politica internazionale. L'aiuto che abbiamo ricevuto dall'UE non ha coperto nemmeno una piccola parte delle nostre perdite. Inoltre, solo il 25% del pacchetto di aiuti è stato versato finora per via dei ritardi delle Autorità nazionali, provocando il fallimento di numerose imprese agricole”.

La lista delle priorità continua con la necessità di prevedere dei crediti per promuovere le esportazioni e un sostegno al credito più aggressivo da parte della Banca Europea per gli Investimenti (BEI). Copa-Cogeca ha assicurato che rafforzerà la sua pressione fino al prossimo incontro dei Ministri agricoli in programma a marzo.