Domenica, 19 Novembre 2017 CercaCerca  
15.04.2016 INNOVAZIONE, UE, “GRUPPI OPERATIVI”: PRIMO CONSUNTIVO INTERNAZIONALE NELLA SEDE DI VENETO AGRICOLTURA

Uno strumento comunitario innovativo per incentivare lo sviluppo in agricoltura. L’incontro internazionale, con 100 esperti dai 28 paesi UE, mercoledì 20 e giovedì 21 aprile in Corte Benedettina (Legnaro, PD). Apertura dei lavori con l’Assessore regionale Giuseppe Pan.

Dare vita ad un mix di competenze per far fronte alle sfide dell’agricoltura del presente e del futuro; i “Gruppi operativi” sono il nuovo strumento di partenariato temporaneo previsto dalla Commissione europea all’interno del Pei-Agri (Partenariato europeo per l’innovazione in Agricoltura).

Ed è questa la mission del workshop internazionale a invito Operational Groups: first experiences”, in programma alla Corte Benedettina di Veneto Agricoltura (Legnaro, PD), mercoledì 20 e giovedì 21 aprile, organizzato dall’EIP Agri Service per la DG Agri della Commissione europea, insieme alla Regione Veneto e Veneto Agricoltura, in collaborazione con il MiPAAF e CREA (Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’analisi dell’Economia agraria).

L’apertura dei lavori è prevista per le ore 9,00 di mercoledì 20 Aprile, con il saluto dell’Assessore regionale all’Agricoltura Giuseppe Pan, quindi un serrato susseguirsi di relazioni e dibattiti, con conclusione il giorno dopo, giovedì, per le 13,30.

Nell’incontro, dedicato ad esplorare e condividere le esperienze pratiche dei primi Operational Groups (Gruppi Operativi, OGs), e favorire la creazione di partnership concrete per la loro attuazione, verranno condivise e analizzate le prime esperienze pratiche degli OGs già avviati, che rappresentano uno strumento innovativo per incentivare lo sviluppo in agricoltura.

Cambia quindi la strategia europea dell’innovazione: non più “trasferimento” dalla ricerca all’impresa, ma costruzione in “cooperazione” tra ricerca, impresa e tutti i soggetti che possono contribuire allo sviluppo (enti pubblici, formatori, operatori dei servizi, ecc.), una innovativa modalità di azione per mettere attorno allo stesso tavolo ricercatori, agricoltori, operatori della trasformazione, tecnici, operatori pubblici…

Entro il 2020 è prevista la nascita di un totale di 3.205 Gruppi, che saranno finanziati attraverso i fondi disponibili nell’ambito della “Misura 16” dei PSR di 94 tra Stati e Regioni europee.

In sintesi, gli OGs si qualificano come partenariati temporanei composti da soggetti con competenze pratiche e scientifiche: agricoltori, ricercatori, consulenti, imprenditori del settore agroalimentare; insieme lavorano a progetti di innovazione secondo le priorità tematiche stabilite nei Programmi di sviluppo rurale regionali (PSR); il focus, non più incentrato sulla ricerca in quanto tale ma su come far interagire diversi soggetti al fine di risolvere una specifica criticità di un determinato settore produttivo o territorio. Ad esempio: trovare soluzioni per i danni creati da un pericolosa malattia delle piante; dare maggiori sbocchi commerciali a un prodotto in crisi di mercato, offrire una diverso utilizzo per sottoprodotti agricoli oggi non valorizzati…

Il Programma di Sviluppo Rurale (PSR) della Regione Veneto aiuterà con 28 milioni di euro la costituzione e la realizzazione dei Gruppi Operativi. Sarà così possibile sviluppare ancor meglio in Veneto progetti per l’innovazione agricola in genere e in particolare per lo sviluppo di filiere corte, tecniche produttive ecocompatibili, l’uso energetico di sottoprodotti agricoli, l’agricoltura sociale e le fattorie didattiche.

Info: https://ec.europa.eu/eip/agriculture/sites/agri-eip/files/field_event_attachments/eip-agri_ws_ogs_draft_programme_22022016.pdf

Il C. Ufficio Stampa