Sabato, 25 Novembre 2017 CercaCerca  
19.05.2016 CHIOGGIA: BOSCO NORDIO COMPIE 45 ANNI

La Riserva Naturale Integrale di Sant’Anna di Chioggia (Ve), gestita da Veneto Agricoltura, si avvia al mezzo secolo di età.

“Bosco Nordio” compie 45 anni, un traguardo importante per questa straordinaria Riserva Naturale Integrale gestita da Veneto Agricoltura. Un’area, protetta appunto dal 1971, che occupa una superficie di oltre 113 ettari lungo la Strada Romea a Sant’Anna di Chioggia (Ve).

Nell’area di Bosco Nordio, nel corso dell’ultimo mezzo secolo, si è assistito a un fenomeno davvero interessante, ovvero l’affermarsi del leccio, quercia a lenta crescita, a scapito della pineta, molto più dinamica. In questo modo la lecceta ha colonizzato i prati aperti e le radure. In pratica, il bosco di leccio, non più sottoposto al prelievo di legna, ha cominciato ad espandersi, inizialmente lentamente e poi sempre più velocemente. Oggi, la lecceta, le cinque radure superstiti, le dune, le tante specie animali (anfibi, rettili, tassi, uccelli, ecc.) e vegetali (ginepro, asparago selvatico, pungitopo, rubia peregrina, ecc.) presenti costituiscono un habitat naturale riconosciuto a livello europeo e dunque da conservare.

Recentemente, la Riserva di Bosco Nordio si è estesa grazie all’acquisizione, da parte della Regione Veneto, di un terreno adiacente. L’acquisto si è reso necessario in quanto l’area, privata, priva di cure colturali e prossima alla strada statale Romea, si prestava facilmente all’innesco di incendi dovuti al classico mozzicone di sigaretta (come effettivamente è accaduto nel 2010 quando solo il pronto intervento e la perizia degli operai di Veneto Agricoltura hanno scongiurato danni maggiori al bosco). La nuova fascia di terreno, grande poco più di 5 mila mq, dopo i lavori di sistemazione, presenta piante di robinia, lecci e grandi pioppi neri.