Domenica, 26 Marzo 2017 CercaCerca  
20.06.2016 AGRICOLTURA, FIDUCIA AI MINIMI STORICI

Un sondaggio dell'Organizzazione agricola europea Copa-Cogeca rivela che la fiducia degli agricoltori nel 2016 é ai livelli più bassi di sempre

Messa a dura prova dalla recessione economica, dal collasso dei prezzi del petrolio, dagli elevati costi dei fattori di produzione e dall'embargo russo sulle esportazioni, la fiducia degli agricoltori è crollata, come mostrano i risultati di un’inchiesta condotta da Copa-Cogeca. Il sondaggio, realizzato generalmente due volte all'anno, è stato condotto nel primo trimestre del 2016 in 11 Stati Membri, intervistando oltre 8.000 agricoltori. In 9 degli 11 Stati Membri (Italia, Belgio-Fiandre, Germania, Francia, Ungheria, Paesi Bassi, Polonia, Romania e Regno Unito) la fiducia degli agricoltori sulla situazione presente e futura risulta in calo. Anche le preoccupazioni legate all'attuazione della PAC e la burocrazia hanno causato molte difficoltà ad agricoltori e coltivatori. Soltanto 2 Stati Membri (Danimarca e Svezia) sono risultati più ottimisti circa la situazione presente e futura.

"Il nostro barometro agricolo - ha sottolineato al riguardo il Presidente di Copa-Cogeca, Pekka Pesonen - conferma che gli agricoltori europei stanno davvero subendo una forte pressione, strangolati da prezzi alla produzione bassi e da costi di produzione elevati. I prezzi della maggior parte dei prodotti di base sono diminuiti nell'ultimo anno e non si intravede alcun miglioramento. A causa di un mercato penalizzato da un'eccessiva volatilità, dall'embargo russo sulle esportazioni agricole, dal collasso dei prezzi del petrolio, che ha esercitato una pressione al ribasso sui prezzi dei prodotti di base, e dell'imprevedibilità della domanda cinese, che ha esacerbato la volatilità, gli agricoltori restano pessimisti circa le loro prospettive a breve e lungo termine. Per questo chiediamo alla Commissione europea e ai 28 Ministri dell'Agricoltura di adottare le dovute misure in occasione del loro prossimo incontro in programma il 27 e 28 giugno. È necessario avere più aiuti e trovare nuovi mercati per i nostri prodotti di qualità".

Il sondaggio é disponibile al seguente indirizzo internet: http://bit.ly/28IpTSD