Domenica, 22 Ottobre 2017 CercaCerca  
Fitodepurazione delle acque per il trattamento dell'azoto - Risultati finali del progetto FATA
A.A.V.V. |2016|on line|  

copertina  Obiettivi del progetto
Il progetto FATA, di durata triennale e iniziato nel 2013, si propone l’obiettivo di confrontare le prestazioni nell’abbattimento dell’azoto da parte di differenti tipologie di bacini di fitodepurazione a flusso superfi ciale, al fine di ricavarne indicazioni di riferimento esportabili alle diverse realtà aziendali del Bacino scolante in Laguna di Venezia. A tale scopo, sono state realizzate le seguenti unità fitodepuranti, diverse per caratteristiche progettuali e gestionali:
• un bacino di espansione del flusso idrico in ingresso per la sedimentazione dei solidi sospesi;
• bacini diversamente vegetati per un’azione di filtro biologico, con differente rapporto fra superfi cie vegetata e specchio di acqua libera;
• un canale collettore con sistemi flottanti di fitodepurazione. 
 
Contenuto della pubblicazione
La pubblicazione descrive sinteticamente il progetto e ne illustra i risultati. L’importanza dei risultati e delle indicazioni emerse dalla ricerca è quella di poter essere replicabili in altre realta agricole del territorio veneto ed in particolar modo in quelle vulnerabili ai sensi della Direttiva Nitrati..

Pubblicazione edita da Veneto Agricoltura, Settore Ricerca Agraria

 

Scarica la pubblicazione in formato .pdf


Iniziativa finanziata dalla DGRV 6.8.2004 n. 2580 Scheda progetto C.5.1.5
“Gestione delle pratiche agricole: incentivazione all’innovazione ambientale ecocompatibile in agricoltura nel Bacino Scolante in Laguna di Venezia”