Domenica, 30 Aprile 2017 CercaCerca  
21.09.2016 UN REGOLAMENTO OMNIBUS PER SEMPLIFICARE LA POLITICA AGRICOLA EUROPEA

Nei giorni scorsi la Commissione europea ha proposto una serie di nuovi provvedimenti volti a semplificare ulteriormente la PAC. Priorità: stabilizzare il reddito degli agricoltori e facilitare l’accesso al credito

Una Politica Agricola Comune (PAC) sempre più semplice e al servizio degli agricoltori europei. E’ questo l’obiettivo del Commissario all’Agricoltura, Phil Hogan, che fin dal suo insediamento ha annunciato di voler progressivamente alleggerire gli aspetti burocratici della PAC in modo da rendere la vita più facile sia agli agricoltori che alle Autorità nazionali. Allo scopo, nel corso dell’ultimo anno, la Commissione europea ha introdotto ben quattro provvedimenti “semplificativi” a cui ora si aggiungono le misure del pacchetto Ominibus proposto dall’Esecutivo nei giorni scorsi.

Ricordiamo che queste proposte rientrano nel pacchetto di revisione del Quadro Finanziario Pluriennale e che interessano tutti e quattro i regolamenti di base della PAC: Sviluppo rurale, Pagamenti diretti, OCM e Regolamento orizzontale. Le proposte contenute nel pacchetto Omnibus richiedono ora la piena co-decisione del Consiglio e del Parlamento europeo.

Come ha precisato il Commissario Hogan: “Queste nuove modifiche non cambiano l'orientamento della PAC ma puntano a rafforzare il processo di semplificazione della PAC. Dotrebbero entrare in vigore entro l'inizio del 2018”.

Strumenti per stabilizzare il reddito degli agricoltori - Per quanto riguarda il regolamento sullo Sviluppo rurale, le nuove proposte di modifica prevedendo l’introduzione di strumenti di stabilizzazione del reddito su misura per settore specifico. La proposta risponde alla necessità di creare strumenti adeguati per sostenere gli agricoltori in tempi di crisi del mercato (basti pensare alla crisi che ha investito in questi ultimi due anni i settori europei della zootecnia e dell’ortofrutta).

Accesso al credito - Un altra sostanziale proposta di modifica del regolamento sullo Sviluppo rurale prevede l’introduzione di norme più semplici per l’accesso ai prestiti e ad altri strumenti finanziari. Tali modifiche hanno lo scopo di migliorare l’uso degli strumenti finanziari nel settore agricolo e fornire un maggiore accesso al capitale per gli agricoltori, soprattutto per i giovani agricoltori per i quali l'accesso al credito rappresenta un problema reale. L'obiettivo generale è quello di garantire il più possibile l’uso mirato del denaro pubblico e aumentare la competitività del settore agricolo.

Pagamenti diretti - Per quanto riguarda il regolamento sui Pagamenti diretti, la Commissione propone di consentire agli Stati Membri una maggiore discrezionalità nell'applicazione della definizione di "agricoltore attivo". In questo modo ciascun Paese potrà decidere se continuare o meno ad applicare l'attuale definizione. Se applicata, il sistema risulterà molto meno gravoso e saranno sostanzialmente facilitate le pratiche burocratiche sia per gli agricoltori che per le Amministrazioni nazionali/regionali.

Approfondimenti - Tutte le info sui precedenti quattro provvedimenti “semplificativi” della PAC li trovi su: http://ec.europa.eu/agriculture/simplification/index_en.htm . Per saperne di più sul Regolamento Omnibus vai su: http://ec.europa.eu/agriculture/newsroom/296_en.htm