Domenica, 22 Ottobre 2017 CercaCerca  
27.01.2017 LA NUOVA PAC SECONDO LE ORGANIZZAZIONI AGRICOLE EUROPEE

Copa-Cogeca ha presentato i “suoi” elementi chiave per una futura Politica Agricola Comune (PAC) semplice, forte e sostenibile.

L'iniziativa dell'Organizzazione agricola UE rientra nel dibattito che sta precedendo la consultazione pubblica della Commissione europea sulla futura PAC, attesa per il 2 febbraio. Secondo Copa-Cogeca, la nuova PAC dovrà concretamente rispondere alle sfide future con le quali gli agricoltori si dovranno sempre più misurare. Da qui, la necessità di una politica semplice, stabile, forte e con regole comuni per tutti che consenta agli agricoltori di produrre derrate alimentari di alta qualità in maniera sostenibile.

Una PAC, inoltre, che sia sostenuta da un bilancio altrettanto solido, dato che la politica agricola UE costa oggi meno dell'1% della spesa pubblica europea. All’interno di questo quadro, Copa-Cogeca chiede che le attuali misure della PAC siano mantenute, quali i pagamenti diretti agli agricoltori, le reti di sicurezza nel mercato e l'assicurazione contro i rischi per affrontare l'estrema volatilità dei mercati agricoli, che finora hanno dato buoni risultati.

Tuttavia, l’Organizzazione ha ribadito che gli agricoltori europei devono essere messi nelle condizioni di poter attivare tali misure in maniera più tempestiva. L’esperienza degli ultimi anni – secondo Copa-Cogeca – dimostra che in questo ambito occorre fare ancora di più: servono per esempio più strumenti per aiutare gli agricoltori a gestire i rischi derivanti dai cambiamenti climatici e dalle crisi dei mercati.

Infine, Copa-Cogeca ha indirizzato forti critiche alla proposta della Commissione europea di vietare l’utilizzo dei pesticidi per le colture proteiche nelle aree di interesse ecologico (AIE), dato che questo approccio non ha nulla a che fare con la semplificazione della PAC. Copa-Cogeca ha invitato la neo Presidenza di turno maltese a portare avanti il buon lavoro svolto dalla precedente Presidenza slovacca (secondo semestre 2016) circa la revisione della legislazione europea in materia di agricoltura biologica.