Martedì, 24 Ottobre 2017 CercaCerca  
11.08.2017 OMNIBUS AGRICOLO: SEMPLIFICAZIONE DELLA PAC (E NON SOLO) NEL MIRINO
I negoziati tra Commissione, Consiglio e Parlamento europeo sulla parte agricola del Regolamento Omnibus si concluderanno ad ottobre. Tre gli obiettivi: semplificazione delle procedure, rafforzamento degli strumenti di gestione del rischio, miglioramento delle misure di mercato. l'on. Paolo De Castro correlatore.

Iniziati ai primi di luglio di quest'anno, i negoziati sulla parte agricola del Regolamento Omnibus, presieduti dal Primo Vice Presidente Paolo De Castro, correlatore insieme al collega Albert Dess del parere del Parlamento europeo, si annunciano ambiziosi per contenuti e obiettivi. “Il Regolamento Omnibus rappresenta un’importante opportunità per semplificare alcune problematiche che i nostri agricoltori hanno riscontrato nei primi tre anni di applicazione della PAC 2014-2020 - ha detto al riguardo l’on. Paolo De Castro - ma soprattutto rappresenta molto probabilmente l’unico atto legislativo dove poter intervenire sulla PAC”.

“La proposta del Parlamento - prosegue l’europarlamentare - si attiene a tre obiettivi principali: la semplificazione delle procedure, il rafforzamento degli strumenti di gestione dei rischi e il miglioramento delle misure di mercato. L’Europarlamento, pur condividendo largamente la proposta del Commissario all’Agricoltura, Phil Hogan, ha voluto essere più ambizioso della Commissione cercando di ottenere dei risultati in più per gli agricoltori europei. Al momento, la posizione del Consiglio non è ancora definita ma ci auguriamo possa convergere sulla posizione del Parlamento europeo. Speriamo sia possibile avere uno spirito collaborativo e costruttivo durante tutta la fase negoziale al fine di non rischiare che gli sforzi fatti finora per raggiungere un risultato che semplifichi e migliori l’applicazione della PAC per i nostri agricoltori, possano essere vanificati con un’esclusione della parte agricola della proposta dall’accordo finale. In questo senso, ricordo che non ci sarà alcun accordo se non sarà completato il negoziato su tutti e quattro gli articoli riguardanti i quattro atti di base della PAC”.