Domenica, 19 Novembre 2017 CercaCerca  
30.09.2017 Prezzo del latte nella cooperazione veneta: più alto della media


Le rilevazioni Ismea per l’Italia e le registrazioni del Milk Observatory dell’EU indicano un netto aumento del prezzo del latte nel primo semestre del 2017, con valori per l’Italia pari ad un +13% e per alcuni dei principali stati lattiferi del nord Europa superiori al 20%. Anche per il Veneto si rileva un deciso aumento (+10%) seppure su livelli inferiori di qualche punto percentuale rispetto a Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte. A livello europeo l’inversione di tendenza rispetto agli anni 2015/2016 è da ascrivere ad un deciso contenimento produttivo (-0,5%) e ai benefici dell’incremento della richiesta mondiale in particolare di paesi come la Cina (+7% in quantità).

In Italia la produzione di latte continua ad aumentare (+2,5%) e la sua valorizzazione è sempre più condizionata dalla capacità di trasformazione in prodotti caseari esportabili. I prodotti di alta qualità come ad esempio le produzioni a DOP danno segnali positivi in questo senso (+7% l’export di principali formaggi italiani nei primi 5 mesi del 2017).

Questo aspetto viene particolarmente messo in evidenza dal prezzo del latte liquidato dalle cooperative venete ai soci, dedite soprattutto alla trasformazione del latte dei soci in prodotti caseari tipici e DOP.

I dati raccolti da Veneto Agricoltura attraverso i Bilanci consuntivi delle cooperative del 2015 (ultimo disponibile), mediante la consultazione della banca dati Telemaco delle Camere di Commercio evidenziano che il 2015 non è stato un anno buono per il prezzo del latte crudo alla stalla, sceso a livello nazionale di circa il 12,5% e così pure in Veneto (Osservatorio Latte Ismea), mentre a livello europeo il calo è stato decisamente più sensibile (-17%).

Anche il 2016 fa segnare, nelle rilevazioni dell’Osservatorio Latte, un ulteriore calo, seppure più contenuto (-7% sia in Veneto che a livello nazionale), in linea con quello medio europeo.

L’analisi effettuata evidenzia che nel 2015 nella cooperazione veneta il prezzo mediamente liquidato è stato pari a 43,82 euro/hl (Iva e qualità compresi) e nonostante abbia subito una riduzione rispetto all’anno precedente (-9%), risulta essere comunque più alto dell’11% del prezzo medio annuo calcolato per lo stesso anno dall’Osservatorio Latte di Ismea per il Veneto (pari a 38,70 euro/hl, Iva e qualità compresi).

Il campione da cui sono stati raccolti i dati per le cooperative rappresenta quasi il 50% del latte veneto consegnato dagli allevatori ai primi acquirenti, pari a circa 55 milioni di hl. Le latterie e i caseifici cooperativi del campione, particolarmente numerosi nelle province di Belluno e Vicenza, rappresentando quasi il 70% del totale Veneto.

Nel report completo vengono inoltre presentate ulteriori analisi con dettagli per provincia, altitudine e classe di conferimento degli allevamenti, oltre ad una appendice con un confronto sul prezzo di liquidazione di altre regione italiane e con i principali paesi produttori di latte a livello europeo.

 

Per consultare e scaricare il report completo “Il prezzo del latte nella cooperazione veneta (aggiornamento 2015)” clicca qui.


prezzo medio latte alla stalla 2015