Mercoledì, 18 Ottobre 2017 CercaCerca  
Home page > Ambiente e foreste > Gestione ambientale
Gestione ambientale sostenibile
nordioL'obiettivo che Veneto Agricoltura si è data nella gestione del patrimonio forestale regionale, e nella realizzazione di progetti-pilota di riqualificazione ambientale, è quello di garantire la conservazione degli equilibri naturali mediante l'applicazione di principi e scelte tecniche ecocompatibili. L'adozione di criteri sostenibili nell'uso delle risorse naturali, in linea con i principi stabiliti a livello mondiale dal documento "Agenda 21" che il nostro Paese ha sottoscritto, si concretizza nell'impegno di ricercare forme ed opportunità di sviluppo che consentano uno sfruttamento economico delle risorse primarie dell'ambiente, garantendone l'utilizzo anche alle generazioni future.
Per questo dal 2004, Veneto Agricoltura, ha definito un Sistema di Gestione Ambientale in conformità alla norma internazionale UNI EN ISO 14001:2004 che ha permesso all'organizzazione di mantenere e migliorare il proprio livello di prestazioni ambientali, basandosi sul principio del "pianificare - attuare - verificare - agire"; il campo di applicazione comprende diverse attività quali:


dal 2004

  • LA GESTIONE DEL PATRIMONIO FORESTALE (es.: utilizzazioni boschive, monitoraggio faunistico, monitoraggio fitosanitario, ..);
  • LA MANUTENZIONE E LA TUTELA DEL TERRITORIO AFFIDATOLE IN GESTIONE DALLA REGIONE VENETO (es.: sistemazioni idraulico forestali, manutenzione rete sentieristica, ..);
  • L'ATTIVITÀ AGROZOOTECNICA (es: stipula convenzioni per malghe e aziende agricole, controllo della corretta gestione delle realtà in concessione, ..);

dal 2005

  • L'ATTIVITÀ DI EDUCAZIONE NATURALISTICA (es: Centri di Educazione Naturalistica, Ideazione e realizzazione di programmi formativi, ..);

dal  2006

  • L'ATTIVITÀ TURISTICO-RICREATIVA (es: sistemazione sentieri, concessione di strutture ad uso turistico ricreativo, ..);
  • L'ATTIVITÀ DI FALEGNAMERIA presente presso il Centro Forestale del Cansiglio (produzione di manufatti in legno, cartellonistica, ..).

Il Sistema di Gestione Ambientale opera in una prospettiva di miglioramento continuo al fine di dare attuazione alle linee di politica ambientale che comprendono il sostegno e la promozione delle economie locali, la selvicoltura, l'ingegneria naturalistica, l'adozione di pratiche agrozootecniche ecocompatibili e il turismo sostenibile. Sulla base delle indicazioni contenute nella politica l'organizzazione ha definisce annualmente i propri obiettivi e traguardi in campo ambientale.

PEFC

tronchiVeneto Agricoltura ha inoltre conseguito una certificazione ambientale finalizzata alla valorizzazione dei territori in gestione e dei prodotti legnosi derivanti dal bosco.
A tale proposito, sia la certificazione del Sistema di Gestione Ambientale sia il riconoscimento ottenuto per la Foresta del Cansiglio in termini di Gestione Forestale Sostenibile secondo gli standard PEFC (Programme for Endorsement of Forest Certification schemes - per maggiori informazioni: www.pefc.org e www.pefc.it) sono importanti traguardi raggiunti per una corretta attenzione all'ambiente e alle risorse correlate.
Tali strumenti, nati come opportunità di marketing per aziende produttive, consentono di individuare forme di sinergie con operatori privati del settore primario quali ditte boschive, imprenditori agricoli, segmenti collegati alla trasformazione dei prodotti lattiero caseari per coniugare efficacemente impegni e risorse finanziarie utili alla valorizzazione socioeconomica delle realtà montane.
A definire la Gestione Forestale Sostenibile concorrono criteri ed indicatori basati sulle più recenti conoscenze scientifiche, che vengono periodicamente osservati e misurati per valutare le "performance" ambientali. I sei criteri che rappresentano gli aspetti centrali della Gestione Forestale Sostenibile sono:

  1. mantenimento e appropriato miglioramento delle risorse forestali e loro contributo al ciclo globale del carbonio
  2. mantenimento della salute e vitalità dell'ecosistema forestale
  3. mantenimento e incoraggiamento delle funzioni produttive delle foreste (prodotti legnosi e non legnosi)
  4. mantenimento, conservazione e appropriato miglioramento della diversità biologica negli ecosistemi forestali
  5. mantenimento e appropriato miglioramento delle funzioni protettive nella gestione forestale
  6. mantenimento di altre funzioni socio-economiche.

Detti criteri sono validati da 27 indicatori quantitativi, qualitativi e descrittivi (questi ultimi, di carattere legislativo, istituzionale, finanziario e formativo), nonchè sostenuti da una serie di 12 linee guida operative, le quali stabiliscono 45 modalità pratiche su come devono essere condotte le attività di pianificazione e di gestione forestale. Per maggiori informazioni sulla certificazione della FDR del Cansiglio consulta l'area riservata ai Temi: Certificate le Foreste di Cansiglio, Monte Baldo, Giazza e Valdadige). Veneto Agricoltura, come previsto dal programma ambientale di miglioramento del Sistema di Gestione Ambientale, ha ottenuto, nel 2007, il marchio PEFC anche per le Foreste Demaniali Regionali di Monte Baldo, Giazza e Valdadige . Attualmente inoltre l'Azienda ha richiesto la visita ispettiva interna al gruppo PEFC Veneto per estendere la certificazione anche alla Riserva Naturale Integrale di Bosco Nordio.

  pefc 

ECOLABEL EUROPEO

A seguito dell’estensione del SGA all’attività turistico-ricreativa (2006), l’Azienda Veneto Agricoltura si è impegnata nella sensibilizzazione dei gestori e dei concessionari delle strutture turistico ricreative, con particolare riferimento ai Rifugi, verso le tematiche di tutela, rispetto dell’ambiente e di contenimento degli impatti negativi generati dalla propria attività e dall'attività di fruizione turistica. In particolare l’Organizzazione ha svolto un’azione di divulgazione e promozione del marchio di qualità ecologica dell' Unione Europea Ecolabel per il Servizio di Ricettività Turistica, quale strumento di garanzia per i fruitori. Veneto Agricoltura ha quindi offerto a concessionari e gestori delle strutture il proprio supporto tecnico per la realizzazione dello screening iniziale, per eventuali adeguamenti strutturali e gestionali, e per la costruzione del fascicolo tecnico da presentare al Comitato Ecolabel-Ecoaudit per l'ottenimento del marchio. Nel dicembre 2007 Veneto Agricoltura, con la collaborazione del CAI di Arzignano e dei Gestori del Rifugio Bertagnoli , ha concluso positivamente l’iter di istruttoria condotto da ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) ed ha ottenuto per questa struttura il prestigioso marchio di qualità ecologica Ecolabel.   

ecol

LA POLITICA AMBIENTALE DEL RIFUGIO BEPI BERTAGNOLI

Links utili:

Catalogo europeo dell'Ecolabel

Sito Ecolabel della Commissione Europea

GPP - ACQUISTI VERDI

L’acronimo GPP  sta per "Green Public Procurement"  che tradotto significa "Acquisti Pubblici Verdi" ovvero acquisti  e approvvigionamenti, effettuati della pubblica amministrazione, di prodotti e servizi a ridotto impatto ambientale e sociale, meno pericolosi per la salute umana, con vantaggi economici, ambientali e sociali. Il GPP rappresenta infatti uno degli strumenti principali, a disposizione delle pubbliche amministrazioni, per attuare strategie di sviluppo sostenibile e per orientare la produzione e i consumi verso i principi della sostenibilità. Per questi motivi Veneto Agricoltura in accordo con la propria logica di sistema, orientata verso la riduzione degli impatti negativi prodotti direttamente dalle proprie attività, ha deciso di applicare i principi del GPP al proprio SGA. Da qualche anno ormai Veneto Agricoltura, nei contratti di concessione di strutture e attività a terzi e nei contratti pubblici relativi alla fornitura di servizi, inserisce determinate clausole definite come "Requisiti Ambientali" che obbligano i concessionari egli appaltatori a seguire determinate norme comportamentali  in relazione ai diversi aspetti quali, rifiuti, emissioni sostanze pericolose, etc…

faggio cansiglioDal 2007 nell’ambito degli obiettivi di miglioramento SGA ( Programma Ambientale 2007) è iniziata la sperimentazione di applicazione dei principi di GPP anche alla fornitura di prodotti, quali ad esempio prodotti per la pulizia ecologici, carburante ecologico e lubrificante biodegradabile per le attrezzature, materiale in legno da costruzione certificato.
Vista l’esperienza positiva dell’applicazione del GPP ad alcune realtà, dal 2008 questo strumento, formalmente riconosciuto dall’Alta Direzione con l’integrazione della Politica Ambientale, verrà esteso anche ad altre realtà aziendali non direttamente coinvolte nel SGA.
Con l’assunzione di un formale impegno politico da parte dell’Alta Direzione sul tema dell’adozione di pratiche di GPP è possibile infatti fissare degli obiettivi precisi, stabilire le linee guida per il loro raggiungimento e le responsabilità per l’attuazione.
Tra le possibili azioni per applicare il GPP quale strumento di sviluppo sostenibile, verranno adottati i seguenti impegni:

  • inserire prestabiliti criteri ambientali di minima negli acquisti di determinati prodotti quali carta, mobili per ufficio o arredi per CEN, attrezzature informatiche, autoveicoli, ...;
  • limitare l’acquisto di prodotti tossici o pericolosi, con significativo impatto ambientale e provvedere a sensibilizzare i concessionari di strutture sul tema;
  • preferire prodotti e servizi a più lunga durata, ad alta efficienza energetica, ottenuti con prodotti riciclati/riciclabili, che minimizzano la produzione di rifiuti;
  • promuovere nelle scelte di appalti di lavori e servizi, tecniche di bio-edilizia, sistemi di etichettatura, sistemi di gestione ambientale certificata;
  • inserire nei criteri di aggiudicazione elementi ambientali che comportino vantaggio economico all’amministrazione, tenendo conto dei costi sostenuti durante l’intero ciclo di vita del prodotto.

recsIl Centro Forestale di Verona impiega energia elettrica prodotta al 100% da fonti rinnovabili.

Gli interventi realizzati anche in altri ambiti territoriali, compresi quelli agricoli, seguono i principi di ecocompatibilità e sostenibilità. Tra questi:

  • azioni mirate alla diffusione di specie vegetali autoctone utilizzate per la realizzazione di impianti arborei e di zone umide finalizzate al disinquinamento ed alla creazione di habitat favorevoli alla sopravvivenza di specie selvatiche;
  • l'oculata gestione faunistica imperniata su monitoraggi ed immissioni di specie consone all'ambiente per aumentare sensibilmente la biodiversità arricchendo l'ambiente ed elevandone la complessità ecologica.;
  • l'utilizzo di biomasse vegetali a scopi energetici per diminuire il ricorso ai combustibili fossili.

RISPARMIO ENERGETICO IN UFFICIO

Veneto Agricoltura, nell'ambito del proprio Sistema di Gestione Ambientale, ha deciso di partecipare all'iniziativa di risparmio energetico in ufficio, promossa da ARPAV, che si terrà in occasione della Settimana dell'Energia Sostenibile EUSEW 2009, (dal 9 al 13 febbraio 2009) nell’ambito della Campagna SEE (Energia Sostenibile per l'Europa). L’esperienza consiste nell'invito, rivolto a tutto il personale della Sede Centrale di Agripolis e dei Centri Forestali, a mettere in pratica comportamenti individuali quotidiani "virtuosi" ovvero adottare le cosiddette "buone pratiche" finalizzate al risparmio energetico in ufficio. L'Azienda utilizzerà strumenti di monitoraggio, forniti da ARPAV, semplici e immediati, quali la lettura dei contatori di consumo energetico e un questionario sui comportamenti adottati, compilato dai dipendenti a conclusione della settimana di risparmio energetico. Al termine dell'iniziativa verranno elaborati i dati dei risultati ottenuti.

Per maggiori informazioni visita le pagine dedicate ai TEMI e ai PROGETTI della GESTIONE AMBIENTALE SOSTENIBILE.

 

  ORGANIZZAZIONE CON SISTEMA DI GESTIONE CERTIFICATO
SECONDO LA NORMA UNI EN ISO 14001:2004

Gestione del patrimonio forestale regionale: interventi selvicolturali, manutenzione e tutela del territorio, attività agrozootecnica, attività di falegnameria. Gestione delle attività di educazione naturalistica e attività turistico ricreativa. 

Per informazioni:
SEZIONE SERVIZI PER L'INNOVAZIONE E LO SVILUPPO RURALE
Tel. 049/8293711
e-mail: info@venetoagricoltura.org

Ultimo aggiornamento 20/01/2009