Martedì, 28 Marzo 2017 CercaCerca  
Home page > Ambiente e foreste
Ambiente e Foreste

  bandiera inglese

malga fraselleLa nostra regione presenta ricchezze ambientali di inestimabile valore che vanno salvaguardate e tutelate. Veneto Agricoltura lavora affinché vantaggio economico, rispetto e tutela dell’ambiente siano priorità comuni nell'attuazione di programmi di gestione sostenibile dei territori di competenza. L’Azienda Regionale gestisce i patrimoni forestali del Cansiglio, Sinistra Piave, Destra Piave, Malgonera, Piangrande, Val Montina, nel Bellunese, del Monte Baldo, Val d’Adige, Giazza, nell'area Veronese e Vicentina, di Bosco Nordio a Chioggia (Ve), dell’area lagunare di Vallevecchia tra Caorle e Bibione (Ve), della Riserva Bocche di Po  e dell' Oasi di Cà Mello in provincia di Rovigo.
Veneto Agricoltura realizza e cura sentieri e aree di sosta che consentono una migliore fruibilità delle zone forestali a scopo didattico e turistico. Il patrimonio boschivo viene rinnovato con metodi naturali, seguendo le indicazioni della selvicoltura naturalistica. Si valorizzano poi i prodotti delle attività agricole, diffondendo i metodi di produzione ecosostenibili. Attraverso gli strumenti di pianificazione territoriale Veneto Agricoltura tutela la complessità del patrimonio vegetale ed animale regionale, promuovendo lo sviluppo delle potenzialità ambientali, naturalistiche e turistiche delle aree protette e delle attività agricole ad esse collegate.

Nei 13 territori gestiti da Veneto Agricoltura per conto della Regione Veneto, più la Riserva di Campobrun in concessione all'Azienda, sita in provincia di Trento, circa il 90% dell'intera superficie e caratterizzata da aree denominate Siti di Importanza Comunitaria (S.I.C.) e Zone di Protezione Speciale (Z.P.S.) che costituiscono la Rete Natura 2000.

Per maggiori informazioni visita le sezioni TEMI e PROGETTI.

 

  

 

ORGANIZZAZIONE CON SISTEMA DI GESTIONE CERTIFICATO SECONDO LA NORMA UNI EN ISO 14001:2004

Gestione del patrimonio forestale regionale: interventi selvicolturali, manutenzione e tutela del territorio, attività agrozootecnica, attività di falegnameria. Gestione delle attività di educazione naturalistica e attività turistico ricreativa.