Adesione Turchia


Avvio ai negoziati di adesione con la Turchia
Nel corso della seduta plenaria del 28 settembre 2005 il Parlamento ha prima rinviato il voto sull’approvazione del protocollo che estende ai nuovi Stati membri l’unione doganale con la Turchia; poi ha votato una risoluzione comune, con cui i deputati prendono atto che i negoziati di adesione possono iniziare il 3 ottobre. La decisione di rinvio è stata condizionata dalla dichiarazione aggiuntiva al protocollo di Ankara, con la quale la Turchia ha precisato di non riconoscere formalmente Cipro. Questo rinvio però non ha alcun effetto legale sull’avvio dei negoziati, che il parlamento ha approvato con 356 voti favorevoli, 181 contrari e 125 astensioni. La risoluzione precisa inoltre che l’avvio dei negoziati “rappresenterà l’inizio di un processo di lunga durata che, per sua natura, è un processo aperto e non si traduce nell’immediata adesione” e chiede di prevedere “la sospensione dei negoziati in caso di grave e continua violazione dei principi di libertà, democrazia, rispetto dei diritti dell’uomo, delle libertà fondamentali, dei diritti delle minoranze e dello stato di diritto”. Josè Manuel Barroso, Presidente della Commissione Europea ha così commentato il voto: “Oggi è una giornata storica nelle relazioni tra l’Unione Europea e la Turchia. Una Turchia stabile, moderna e democratica è un obiettivo che dobbiamo sostenere attivamente nell’Unione Europea e in Turchia. È per questo motivo che abbiamo deciso di avviare i negoziati. Naturalmente, il cammino della Turchia verso l’adesione sarà lungo e difficile. Così come per ogni paese candidato, l’adesione non è garantita né è automatica.” La Commissione, d’altra parte, dovrà procedere, entro la fine del 2006, ad una valutazione completa dell’attuazione dell’Accordo di Ankara. Se da questo esame risultasse la mancata applicazione dell’Accordo, il processo negoziale potrebbe essere arrestato. Pertanto, i deputati chiedono che l’attuazione dell’unione doganale sia uno dei primi capitoli ad essere discussi nel quadro dei negoziati di adesione nel 2006.

Articoli simili