ITACA – Strumenti innovativi per incrementare la competitività e la sostenibilità della pesca dei piccoli pelagici

ITACA – Strumenti innovativi per incrementare la competitività e la sostenibilità della pesca dei piccoli pelagici

Innovative tools to increase the competitiveness and sustainability of small pelagic fisheries (english version below)

Programma INTERREG Italia-Croazia 2014-2020 – asse prioritario Blue Innovation

Veneto Agricoltura Lead partner


Il Progetto ITACA – Strumenti innovativi per incrementare la competitività e la sostenibilità della pesca dei piccoli pelagici, inserito nel Programma INTERREG Italia-Croazia 2014-2020 – asse prioritario Blue Innovation, promuove la competitività delle imprese di pesca italiane e croate in Adriatico in un’ottica di sostenibilità della pesca ai piccoli pelagici, in particolare acciughe e sardine.

E’ noto che la pesca del pesce azzurro risente della fluttuazione degli stock ittici naturali, derivante da fattori di varia natura, con conseguenti instabilità dei prezzi ed impossibilità di programmazione imprenditoriale. ITACA ha l’obiettivo principale di fornire alle OP dell’area Nord Adriatica uno strumento per la migliore gestione condivisa di questa risorsa comune. Verrà innanzitutto elaborato su base scientifica un modello economico previsionale in grado di analizzare i dati della pesca e dei mercati ittici per l’area adriatica, determinare in tempo reale quanto pesce azzurro è in grado di assorbire ogni singolo mercato ed indicare, infine, il quantitativo di prodotto che ciascuna impresa di pesca può conferire nel periodo considerato al fine di massimizzare il proprio conto economico. Gli operatori della pesca avranno a disposizione un software, basato sul modello previsionale, citato che verrà aggiornato in continuo.

Di conseguenza tale sistema di pesca on demand sarà rispettoso delle popolazioni naturali del pesce azzurro, poiché non più sovrasfruttate, quindi sostenibile.

Oltre a migliorare la condizione economica dei pescatori, ITACA incentiva la creazione di un network fra le OP del pesce azzurro operanti in Adriatico, per migliorare in generale il livello di competitività del prodotto adriatico anche sui mercati internazionali. Si è fiduciosi, infine, che l’attenzione riservata verso la  conservazione degli stock ittici e l’ottimizzazione dello sfruttamento della risorsa possano valorizzare ulteriormente i piccoli pelagici nei confronti dei consumatori più attenti alle tematiche di carattere ambientale.

I partner di progetto dell’Agenzia Veneta per l’Innovazione nel Settore primario – Veneto Agricoltura (Lead Partner) sono l’Istituto per le Risorse Biologiche e le Biotecnologie Marine (CNR-IRBIM) di Ancona, l’Istituto Agronomico Mediterraneo (IAMB) di Bari, Confcooperative – Unione Regionale del Veneto, l’Istituto Pubblico per il Coordinamento e lo Sviluppo della Contea di Spalato-Dalmazia (RERA S.D.), l’Agenzia per lo Sviluppo Rurale dell’Istria D.O.O. (AZRRI), l’Istituto Oceanografico e della Pesca di Spalato (IZOR).

L’assegnazione finanziaria complessiva è di 1.744.467 Euro, a supporto di un’attività che si concluderà nel Giugno 2021.


The ITACA Project – Innovative tools to increase the competitiveness and sustainability of small pelagic fisheries, included into the INTERREG Italy-Croatia 2014-2020 Program – Blue Innovation priority axis, promotes the competitiveness of Italian and Croatian fishery enterprises in the Adriatic area, for fishing of the small pelagics in a sustainable way , especially anchovies and sardines.

It is known that fishing for blue fish is affected by the fluctuation of natural stocks, due to various factors, the consequences are the prices instability and the absence of entrepreneurial planning. ITACA’s main aim is support the North Adriatic POs with a tool for the best shared management of this common resource. A continuously updated predictive economic model, able to analyzing data of fishing and fish markets in the Adriatic area, will be developed on a scientific basis and will determine in real time how much blue fish each single market can receive. It will finally indicate also the quantity of product that each fishing company can catch in the period to maximize its profit. Fishing operators will use a software based on the aforementioned predictive model.

As a result, this on demand fishing system will preserve the natural populations of blue fish, as they are no longer overexploited, in a sustainable way.

Other than improve the economic condition of the fishermen, ITACA aims to create a network among the bluefish POs in the Adriatic area, to generally improve the competitiveness of the Adriatic product also on international markets. Finally, we are confident that the attention of the project to the conservation of fish stocks and the optimization of the exploitation of the resource can further promote the small pelagic species towards consumers who are more attentive to environmental issues.

The project partners of the Agenzia Veneta for Innovation in the primary sector – Veneto Agricoltura (Lead Partner) are the Institute for Biological Resources and Marine Biotechnologies (CNR-IRBIM) of Ancona, the Mediterranean Agronomic Institute (IAMB) of Bari, Confcooperative Regional – Union of Veneto, the Public Institute for Coordination and Development of the Split-Dalmatia County (RERA SD), the Agency for Rural Development of Istria DOO (AZRRI), the Oceanographic and Fisheries Institute of Split (IZOR).

The total financial allocation is 1,744,467 €, the project will end in June 2021.