FOREST – Progetto ERASMUS+ per l’equivalenza delle competenze degli operatori forestali

FOREST – Forestry Operators – Reflecting on Equalising. Skills and Training

FOREST Operatori  Forestali – Riflessioni sull’equivalenza. Competenze e formazione 

#FORESTprojectEU – @Erasmus+

 POSTER DI PRESENTAZIONE

mail di contatto = forestproject@aldaintranet.org


LATEST NEWS –

Il progetto ERASMUS FOREST a RadioVenetoAgricoltura – Federico Correale presenta il Progetto ERASMUS FOREST nella edizione 119 di RadioVenetoAgricoltura la trasmissione web di Veneto Agricoltura #FORESTprojectEU – @Erasmus+

Il primo numero della newsletter del Progetto FOREST

Abbiamo appena iniziato il nostro viaggio collettivo per promuovere le capacità e le competenze dei lavoratori forestali e abbiamo molto da fare!
Con questa newsletter vi terremo aggiornati sulle nostre azioni e sui nostri piani. Buona lettura! (NB a questo link, attivando il tasto in alto a destra potrete scegliere la lingua per tradurre la newsletter nella versione in lingua italiana)

We have just started our collective journey to foster the skills and competencies of forestry workers, and we there is a lot to do!
With this newsletter, we will keep you updated on our actions and plans. Enjoy your reading!

ALTRE NEWS A FONDO PAGINA – OTHER NEWS AT THE BOTTOM OF THE PAGE


Progetto di scambio di buone pratiche finalizzato a definire standard formativi per la qualificazione degli operatori forestali con particolare riferimento ai temi della sicurezza, innovazione, presenza femminile, riconoscimento transnazionale delle qualifiche. FOREST è sostenuto da ERASMUS+ . (leggi di più) Project of exchange of good practices aimed at defining training standards for the qualification of forestry operators with particular reference to the themes of safety, innovation, female presence, transactional recognition of qualifications. FOREST is supported by ERASMUS+. (read more)
inizio 01.11.2019 – termine 01.11.2021 start 01.11.2019 – end 01.11.2021

PARTNER

VENETO AGRICOLTURA – AGENZIA VENETA PER L’INNOVAZIONE NEL SETTORE PRIMARIO VENETO AGRICOLTURA – AGENCY FOR INNOVATION IN THE PRIMARY SECTOR OF THE VENETO REGION ITALIA www.venetoagricoltura.org
CLUSTER DEL LEGNO HRVATSKI DRVNI KLASTER

CROATIAN WOOD CLUSTER

CROATIA WWW.DRVNIKLASTER.HR
SCUOLA DI FORMAZIONE – CENTRO BIOTECNIO E TURISMO GRM NOVO MESTO GRM NOVO MESTO – CENTER BIOTEHNIKE IN TURIZMA

GRM NOVO MESTO – CENTER OF BIOTECHNICS AND TOURISM

SLOVENIA WWW.GRM-NM.SI
CENTRO DI FORMAZIONE DI PICHL DELLA CAMERA DI AGRICOLTURA DELLA STYRIA PICHL-AUSBILDUNGSZENTRUM DER LANDESKAMMER FUER LAND UND FORTWIRTSCHAFT IN STEIERMARK

FORESTRY TRAINING CENTER OF PICHL OF LANDESKAMMER FOR LAND AND FORESTRY IN STEIERMARK

AUSTRIA HTTPS://STMK.LKO.AT/

HTTPS://WWW.FASTPICHL.AT/DIE-FAST-PICHL.HTML

ASSOCIAZIONE NAZIONALE DELLE DONNE RURALI ASOCIATIA NATIONALA A FEMEILOR DIN MEDIUL RURAL

RURAL WOMEN NATIONAL ASSOCIATION

ROMANIA WWW.ANFMR.RO
ASSOCIAZIONE EUROPEA PER LA DEMOCRAZIA LOCALE – ALDA ASSOCIATION DES AGENCES DE LA DEMOCRATIE LOCALE

EUROPEAN ASSOCIATION FOR LOCAL DEMOCRACY

FRANCIA-ITALIA WWW.ALDA-EUROPE.EU

Project n° 2019-1-IT01_KA202-007823

INFO

Federico Correale Santacroce, tel. 049.8293888 federico.correale@venetoagricoltura.org

Gabriele Meneghetti, tel 0498293823 gabriele.meneghetti@venetoagricoltura.org

INFO ERASMUS+ = https://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/node_en

 

 

 

 


NEWS


BUONE PRATICHE – MISURARE E VALORIZZARE LA BIODIVERSITÀ FORESTALE

Un elemento di valore delle foreste è la loro biodiversità. Come dare evidenza e misura della biodiversità forestale e come valorizzarla nei prodotti (legname in primis) e nei servizi ecosistemici (in particolare culturali) del bosco? Questa la sfida che si è posto il progetto BIOΔ4 “Nuovi strumenti per la valorizzazione della biodiversita degli ecosistemi forestali transfrontalieri” finanziato nell’ambito del programma di cooperazione territoriale europea Interreg V-A Italia-Austria 2014-2020. Un Progetto è stato condotto tra il 2018 e il 2020 da Veneto Agricoltura in partenariato il Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-Forestali (TESAF) dell’Università degli Studi di Padova e la Landwirtschaftskammer Tirol (Camera dell’agricoltura del Tirolo) in Austria.

BIOΔ4 ha operato tra la foresta del Cansiglio (Veneto), quella di Ampezzo (Friuli Venezia Giulia) e il Tirolo (Austria) concentrandosi su due aspetti.

Il primo relativo alle modalità con le quali valutare la biodiversità giungendo a sviluppare un sistema speditivo attraverso alcuni indici biotici sintetici. Il secondo relativo al pagamento dei servizi ecosistemici che una foresta può offrire, realizzando azioni di “turismo della biodiversità”.

Per quanto riguarda il primo aspetto, particolarmente importante e innovativo è stato il metodo messo a punto da un team di lavoro a cui hanno partecipato qualificati professionisti del settore. Il metodo si contraddistingue per essere  rigoroso ma speditivo, in altri termini smart, rapido, efficace ed affidabile. Si tratta di una novità assoluta che supera e integra l’approccio degli standard  internazionalmente riconosciuti per la gestione forestale sostenibile quali il PEFC e il FSC ed è ora a disposizione dei gestori forestali, pubblici o privati, che dei professionisti e degli organismi di certificazione. Grande interesse hanno infatti suscitato gli eventi e le pubblicazioni (tra cui una pratica guida tascabile) di presentazione di tale metodo e che sono disponibili sia sul sito di Veneto Agricoltura  che sul sito di progetto (biodelta4.eu/it/ ) .

Sul tema del pagamento dei servizi ecosistemici, il Progetto ha attivato un forte coinvolgimento partecipativo dei portatori d’interesse delle due aree pilota italiane (Cansiglio e Ampezzo). I servizi ecosistemici considerati come prioritari sono stati quelli legati alla produzione di biomassa legnosa, alla foresta come luogo di benessere, al valore educativo della foresta e all’osservazione della fauna selvatica. Il lavoro sviluppato, oltre a fornire interessanti indicazioni di carattere generale, si è concretizzato in una offerta di eventi di “turismo della biodiversità” nell’estate 2020 nella foresta di Ampezzo, in azioni per la gestione sostenibile dell’osservazione del bramito del cervo nella foresta del Cansiglio e in originali realizzazioni al Museo e al Giardino Botanico in Pian Cansiglio.

BIOΔ4 è stato un progetto che si è mosso in coerenza con la Strategia forestale Europea 2020 e con la proiezione al 2050 e che ora offre molto spunti anche sul versante della qualificazione e formazione degli operatori forestali per integrare le competenze professionali utili a cogliere le opportunità messe a disposizione dal Progetto.


BUONE PRATICHE – SMINAMENTO DELLE FORESTE IN CROAZIA (english version)

Nel 2021 la Croazia ha ancora a che fare con mine e altri residui esplosivi della guerra del 1991-1996, che continuano a compromettere la sicurezza della popolazione locale. Dalla guerra degli anni ’90, la Croazia ha avuto un gran numero di km² contaminati da mine e residui bellici esplosivi.

Le mine rappresentano una minaccia per la vita e la sicurezza dei cittadini e impediscono anche lo sfruttamento delle aree agricole e forestali. I territori contaminati, essendo aree ricoperte da una fitta vegetazione, sono di difficile accesso e le opere di sminamento richiedono enormi risorse finanziarie e tempo.

Questa questione richiede una maggiore attenzione anche a livello europeo in quanto questa situazione limita la libertà di circolazione delle persone e causa molti decessi anche oggi. In termini di risorse economiche, è stato previsto che il completamento dello sminamento dei terreni costerà più di 600 milioni di euro. In relazione alla tempistica, considerando i trattati internazionali, la Croazia entro marzo 2019 avrebbe dovuto distruggere tutte le mine. Questa scadenza è stata prorogata fino al 2026 poiché, nonostante gli investimenti nazionali ed europei, lo sminamento richiede molto più tempo.

In questo contesto, è stato avviato un processo di sminamento con il contributo finanziario del governo croato e dell’Unione europea con l’obiettivo di restituire alla popolazione i loro terreni e foreste sicuri e puliti.

Il partner croato del progetto FOREST, il Croatian Wood Cluster, svolge un ruolo rilevante come stakeholder nel Progetto Naturavita, che mira a demolire, ripristinare e proteggere le foreste nella regione del Danubio-Drava. Si tratta di un progetto, avviato nel 2015, che dovrebbe concludersi nel 2023 ed è stato finanziato dai Fondi strutturali e di investimento europei (SIE).

Grazie a questa iniziativa, l’importanza della biodiversità e della gestione forestale sostenibile, dei servizi ecosistemici legati all’acqua e dei pericoli della contaminazione delle mine vengono portati all’attenzione del pubblico attraverso attività di sensibilizzazione.

Trattandosi di un progetto ambizioso, i risultati saranno raggiunti anche attraverso lo sviluppo e l’attuazione di programmi di formazione per studenti e popolazione, oltre che per lavoratori ed esperti del settore forestale.

Sebbene lo sminamento stia procedendo lentamente, a tre anni dall’inizio delle attività la Croazia aveva già ridotto l’area pericolosa a 411,5 km², grazie all’utilizzo di tecnologie di rilevamento innovative. Nello stesso periodo sono state rilevate e distrutte 37.326 mine, di cui 19.815 antiuomo e 17.911 anticarro, e 47.894 ordigni inesplosi.


BUONE PRATICHE – ROMANIA (english version)

Nel mese di settembre 2020 l’Associazione Nazionale Donne Rurali, partner del progetto FOREST, ha organizzato diversi incontri presso la Scuola Superiore Tecnologica, a Rucas, in provincia di Arges, per analizzare lo stato dell’arte dei lavoratori forestali in Romania.

Un vasto pubblico, composto da insegnanti, esperti e studenti, ha aderito a queste interessanti iniziative creando utili momenti di discussione grazie alle loro esperienze e punti di vista. I workshop sono stati una grande opportunità per portare l’attenzione su aspetti specifici e dettagliati, come la formazione secondo la politica forestale nazionale, le reali esigenze dei lavoratori e le condizioni in questo campo.

In particolare, i dibattiti si sono concentrati su 3 temi rilevanti:

  • Formazione dei lavoratori forestali in Romania e lo stato dell’arte (analizzati secondo la metodologia SWOT).
  • Metodologia di certificazione per i lavoratori forestali (abilità di base, competenze e valutazione).
  • Modalità di supporto agli studenti per la comprensione e l’applicazione delle condizioni di sicurezza sul lavoro.

Gli esperti forestali hanno sottolineato l’importanza dell’iniziativa del progetto per l’equiparazione delle competenze dei lavoratori forestali a livello europeo. Pur se in Romania il settore forestale che ha già superato la frammentazione delle competenze e delle abilità, si dovrebbe avere la stessa armonizzazione anche nell’Unione Europea. La mancanza di una tale armonizzazione è considerato un elemento di svantaggio per i lavoratori forestali rumeni, che spesso denunciano come abbiano ottenuto un posto di lavoro in diversi paesi dell’UE come lavoratori non formati in quanto i loro certificati di formazione non sono stati accettati e riconosciuti all’estero. Il progetto FOREST sta andando in questa direzione, con l’obiettivo di creare una strategia comune per standardizzare il livello delle competenze e delle abilità dei lavoratori forestali. Infine, i partecipanti hanno notato una quasi totale assenza di donne nelle attività forestali e l’intero consorzio FOREST, consapevole di questo loro limitato coinvolgimento, promuove l’inclusione delle donne nel settore forestale. In conclusione, durante gli incontri gli operatori rumeni hanno sottolineato la necessità di avere in tutti i paesi europei un livello comune di formazione, competenza e abilità per i lavoratori forestali, al fine di garantire a tutti i cittadini il loro diritto di spostarsi e di lavorare ovunque, compreso un maggior numero di donne in questo settore.


NEWS – Il 16 e 17 settembre 2020, si è svolto al Forest Training Center di Pichl (Austria) il 2° meeting trasnazionale.


NEWS – Il progetto FOREST presentato alla Fiera e Festival delle Foreste di Longarone, Venerdì 11 settembre 2020 ore 14.30 (Sala Piave Quartiere fieristico di Longarone e diretta Zoom) per INFO e ISCRIZIONI https://www.venetoagricoltura.org/evento/fiera-e-festival-delle-foreste-2020/


NEWS – Vedi sotto per scaricare le presentazioni del seminario “Stato dell’arte nella formazione forestale in Italia e in Europa” (Legnaro, 11 febbraio 2020)
NEWS – Scroll down to download slides of  “Forest training overview in Italy and in Europe” – Legnaro (PD), February, 11th, 2020


11 Febbraio 2020 – Seminario aperto

“STATO DELL’ARTE NELLA FORMAZIONE FORESTALE IN ITALIA E IN EUROPA”

Veneto Agricoltura, Agripolis, Legnaro (Padova)

All’avvio del Progetto “FOREST- Forestry Operators – Reflecting on Equalising. Skills and Training”, sostenuto dal Programma ERASMUS+. Veneto Agricoltura, capofila del progetto propone un seminario che vuole offrire una panoramica sulla formazione forestale in Italia e in Europa. Il seminario è rivolto agli operatori forestali interessati dalle aree alpine (tecnici, operatori ed imprenditori forestali, scuole per l’istruzione forestale, istruttori forestali enti di formazione forestale e loro associazioni). Il seminario sarà svolto in lingua inglese con traduzione consecutiva italiano-inglese per gli interventi dei relatori ed operatori italiani.

PROGRAMMA

9:00 – Indirizzo di saluto e presentazione del seminario
9:10 – La formazione forestale in ciascun Paese partner Breve presentazione da parte dei partner di Progetto:

CROAZIA (Cluster croato del Legno)

SLOVENIA (Centro di formazione di Novo mesto)

ROMANIA (Associazione nazionale delle donne rurali)

AUSTRIA (Centro di formazione forestale di Pichl, Styria)

10:00 – Stato dell’arte della formazione forestale nella Regione del Veneto A cura di Veneto Agricoltura e Regione del Veneto

11:20 – La Formazione Forestale in Italia ed il Progetto nazionale FOR.Italy Valerio Motta Fre, Direzione Foreste della Regione Piemonte Pierpaolo Brenta, Istituto per la Protezione del Legno e dell’Ambiente – IPLA

13:00 – Discussione e conclusioni

(schedule in english)


10 Febbraio 2020 – February 10, 2020

KICK-OFF MEETING

Veneto Agricoltura, Agripolis, Legnaro (Padova)

Dalle 16 alle 18 riunione tra i partner: programma attività e procedure amministrative.

From 16 to 18 meeting between the partners: program of activities and administrative procedures.


“Il sostegno della Commissione europea alla produzione di questa pagina web non costituisce un’approvazione del contenuto, che riflette esclusivamente il punto di vista degli autori, e la Commissione non può essere ritenuta responsabile per l’uso che può essere fatto delle informazioni ivi contenute”.