Rapporto sulle bioenergie in Veneto 2008


Il Rapporto sulle bioenergie in Veneto 2008 realizzato da Veneto Agricoltura ha lo scopo di presentare un quadro della situazione produttiva e di consumo di energia da fonti rinnovabili a livello internazionale, europeo e nazionale, con un particolare approfondimento riguardante la nostra regione.

Lo studio, che si sviluppa su 130 pagine ed è suddiviso in 7 capitoli, affronta i seguenti argomenti: l’importanza attuale dell’energia rinnovabile e delle bioenergie nell’ambito della produzione di energia, il quadro normativo di riferimento per l’energia rinnovabile, un approfondimento sui certificati verdi, analisi di potenziali fonti rinnovabili da introdurre nelle aziende agricole. Tre capitoli sono dedicati ad analizzare la situazione delle bioenergie in Veneto e presentano dati originali riguardanti le superfici investite in Veneto a colture energetiche desunti dalle domande per ottenere i contributi PAC presentate dagli agricoltori all’Avepa, i dati più aggiornati sul numero di impianti e sulla produzione di biogas, di biocarburanti liquidi e di energia termica ed elettrica ottenuta utilizzando combustibili da fonte rinnovabile.

La realtà veneta si presenta articolata ed in evoluzione: ciò che emerge è che negli ultimi anni vi è stato un vero e proprio boom degli investimenti in colture energetiche, che coinvolgono nel 2007 più di 1.100 aziende per una superficie coltivata che sfiora i 7.300 ettari, per il 93% destinata alla produzione di biodiesel (soia, colza e ravizzone, girasole).

Entrando nel dettaglio delle produzioni e della distribuzione delle superfici a livello provinciale, emergono quelle che potrebbero essere delle “specificità territoriali”. In provincia di Verona, ad esempio, si concentra quasi il 70% degli ettari investiti in coltivazioni destinate a biogas, in prevalenza costituiti da mais e da colture foraggiere. Padova (40%) e Venezia (23%) sono invece le province dove maggiori sono gli investimenti in colture energetiche rappresentati quasi esclusivamente da pioppeti.

Come anticipato, la parte da leone riguarda le colture estensive destinate ad essere trasformate in biodiesel, incentivate a partire dalla Domanda Unica 2007,. Esse sono costituite in prevalenza da superfici coltivate a soia (circa 6.000 ettari, 88,4%), seguita da colza e ravizzone (645 ettari, 9,5%) e in ultima battuta dal girasole (140 ettari, 2,1%). Oltre l’80% degli investimenti si concentra in tre sole province: Rovigo (2.720 ettari, 40%), Venezia (1970 ettari, 29%) e Padova (940 ettari, 14%).

Per quanto riguarda i prodotti ottenibili da tale colture, in Veneto sono presenti 27 impianti di produzione di biogas, e altri 22 sono in fase di progetto (fonte dati: GSE – Gestore dei servizi elettrici). Di questi, quelli in esercizio che utilizzano fonti agricole (liquami e deiezioni animali o residui colturali) e/o agroindustriali sono 8 (quattro per tipologia) e altri 13 sono in progetto (di cui otto prevedono di utilizzare fonti agricole). Si evidenzia quindi che per il biogas c’è un rilevante interesse ad aumentare il numero di impianti soprattutto da parte degli allevamenti zootecnici, per due ordini di motivi: sia per i vantaggi economici conseguibili con la produzione di energia sia per la possibilità di diminuire l’impatto ambientale degli allevamenti.

Anche sul fronte dei biocarburanti emerge una situazione in cambiamento: in Veneto ad esempio sono attivi 3 stabilimenti per la produzione di biodiesel per una capacità complessiva di 560.000 tonnellate (il 21% del totale nazionale) e per quanto riguarda il bioetanolo sono in fase di realizzazione due nuovi impianti per una capacità produttiva di 450.000 tonnellate di bietanolo da cereali. Tuttavia nel 2007 la produzione veneta di biodiesel è stata di poco superiore alle 12.000 tonnellate, una quota di appena il 3% sul totale nazionale.

Affiora quindi una realtà che risulta importante monitorare anche nel futuro ed è quello che si propone Veneto Agricoltura anche nei prossimi anni con la pubblicazione di aggiornati rapporti annuali.

RAPPORTO SULLE BIOENERGIE IN VENETO 2008 

INDICE

REDAZIONE

SINTESI

Capitolo 1. L’IMPORTANZA DELL’ENERGIA RINNOVABILE E DELLE BIOENERGIE

Capitolo 2. QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO DEL SETTORE ENERGETICO

Capitolo 3. I CERTIFICATI VERDI

Capitolo 4. ALTRE FONTI RINNOVABILI POTENZIALMENTE INTERESSANTI PER L’AGRICOLTURA VENETA

Capitolo 5. LE COLTURE ENERGETICHE IN VENETO

Capitolo 6. IL BIOGAS

Capitolo 7. BIOCARBURANTI

BIBLIOGRAFIA